Box

Quando lavoro in modifica su di un Box vorrei che nessun' altro vi potesse accedere. E' possibile ?

E' sufficiente loccare il Box su cui si vuole lavorare (pagina Box management): su un Box si può operare solo se questo è loccato (campo Locked della grid siglato).

Se il Box non è loccato, non si possono effettuare azioni di salvataggio: di massima si può solo consultare il contenuto del Box.

 

Le operazioni di Lock / Unlock del Box sono protette?

Entrambe le operazioni sono protette da password. Premesso che per potere operare su un Box questo deve essere selezionato nella pagina Box management, vale quanto segue:

  • Se il Box non risulta loccato (e quindi in sola lettura) se lo locco mi viene richiesta una password;
  • Se il Box risulta già loccato mi viene richiesta una password: posso operare sul Box solo se la password coincide con quella definita all' atto del lock;
  • Se il Box risulta già loccato e provo di sbloccarlo, mi viene richiesta una password: solo se la password coincide con quella definita all' atto del lock, il Box verrà sbloccato;

 

Come posso gestire al meglio il Box tra i diversi ambienti di Sviluppo (DEV), Test (TEST) e Produzione (PROD) ?

Il Box, all' interno dell' ambiente BBT, è definito da un proprio identificativo e dalla sua revisione: nel momento in cui lo si pubblica, si decide su quale cartella riportarlo e quale identificativo deve assumere. E' importante che l' identificativo di pubblicazione e la cartella su cui è posizionato siano gli stessi definiti sull' applicativo.

Per gestire la necessità di avere versioni diverse del Box a fronte di nuovi sviluppi o modifiche o aggiustamenti, si utilizza la Revisione.

Di seguito un' idea sul come gestire la Revisione.

 

FaseDEVTESTPRODNote
Sviluppo ApplicativoRev-00Rev-00 

Nella fase di sviluppo solitamente si lavora solamente all' interno

degli ambienti di DEV e TEST

Go Live (ipotesi 1)Rev-00Rev-00Rev-00

Ipotizziamo che in questa fase lo sviluppo dell' applicativo sia terminato: ovviamente la revisione del Box è la stessa per tutti gli ambienti

Go Live (ipotesi 2)Rev-01Rev-01Rev-00

Ipotizziamo che inizi una seconda fase di sviluppo: lo Sviluppo ed il Test viaggiano allineati mentre la Produzione verrà allineata solo quando il Test avrà dato il suo OK

Go Live (ipotesi 3)Rev-02Rev-01Rev-01

Ipotizziamo che continuino le fasi di sviluppo: il Test avendo dato l' OK è allineato con la Produzione mentre lo sviluppo sta progredendo

Localizzazione

E' possibile modificare l' etichetta 'Keys' ad esempio con 'Italiano' o 'Inglese' o...

E' sufficiente modificare il parametro assegnandogli il valore voluto (ad es. English).

 

Metodi

Come vengono definiti i parametri di passaggio di un Metodo ?

Sono tutti di tipo stringa e riportano l' identificativo di un oggetto del Box il quale può assumere due significati:

  • E' l' identificativo dell' oggetto sul quale il metodo opera: ad es. se utilizzo il metodo BP_RtnDateIn_yyyymmdd  per  avere nel formato yyyymmdd la data dell' Ordine, come parametro gli passo direttamente l' identificativo dell' oggetto DataOrdine;
  • E' una stringa che definisce l' identificativo dell' oggetto sul quale il metodo opera: rifacendoci all' esempio sopra, come parametro si utilizzerà un generico oggetto DateName il cui contenuto sarà posto uguale a DataOrdine;

La documentazione dello stesso metodo definisce quale delle due modalità viene utilizzata dal metodo.

Importante

I metodi più recenti e quelli che verranno sviluppati nel futuro, includeranno entrambe le modalità: sarà pertanto l' utente a scegliere quale delle due adottare.

Di massima si utilizza la prima modalità quando il metodo che si utilizza opera esclusivamente sugli stessi oggetti del Box: uso l' export in XLSX sempre e solo su quella griglia. Di massima si utilizza la seconda modalità quando il metodo opera su oggetti diversi ma si vuole mantenere una unica definizione del metodo: uso l' export in XLSX per più griglie definite sul Box;

 

Come viene definito il parametro di ritorno di un Metodo?

Il parametro di output identifica sempre la tipologia dell' oggetto che viene inizializzato dal Metodo: nella documentazione la tipologia di output viene sempre riportata.